Fabio La Piana

Fabio Lapiana è nato a Roma nel 1971 ed è stato meglio (s)conosciuto con lo pseudonimo di Atonal. È poeta, scrittore, artista visivo, editore. Dal 2001, con Laura Cingolani, sotto la sigla Esse Zeta Atona, porta avanti un progetto di poesia sonoro-performativa, con il quale ha preso parte a numerosi festival e rassegne, come Roma Poesia, la Notte Bianca (Radio Tre), Macchine della Poesia (Castell’Arcuato, PC), Poesia Carnosa (Roma), Rave Letterario (Roma)  Tra il 1999 e il 2007, con la casa editrice da lui co-fondata, la Venerea edizioni, dà alle stampe numerose pubblicazioni a carattere underground e controculturale (le riviste “Torazine” e “Catastrophe”, l’edizione italiana del classico della controcultura americana Culture dell’Apocalisse di Adam Parfrey, l’antologia di racconti Letteratura Chimica Italiana). Suoi testi poetici, narrativi e saggistici sono apparsi sulle riviste “Liberatura”, “Torazine”, “Catastrophe”, “Accattone” e sulle antologie “Letteratura Chimica Italiana”, “Slam”, “L’esperienza-divenire delle arti”, “Sperimentare il plurale”. Le sue immagini sono state pubblicate sulle riviste “Liberatura”, “Simultaneità”, “Gomorra”, “Torazine”, “Catastrophe”, “Blue”, “XL”, “Revue Cochon(ne)”. 

La Fondazione Atonal, creata nel 2014 con funzioni di archiviazione, produzione e promozione dell’opera artistica di Fabio Lapiana, è un non luogo ironico, una factory mentale, un ipotetico doppio spaziale.

Gramma 1

2014, serigrafia, es. 40/50, mm. 180×180

Gramma è un titolo che comprende una serie di lavori a carattere verbo-visivo nei quali la scomposizione-ricomposizione di caratteri alfabetici costruisce strutture verbali asemiche, organizzate come poesie grafiche, tra l’haiku e l’epigramma, o come marziali slogan di propaganda totalitaria.

Interferenze.simulazioni.assedi

2014, serigrafia (copertina) e stampa digitale, es. 44/50, mm. 180×180